Partorire in casa con i propri cari, con i propri tempi.

Sono venuta a conoscenza della possibilità di poter avere un parto felice grazie a Manuela … la mia amica che si stupiva dei nostri racconti sui parti avvenuti in ospedale. Io la guardavo ed ero conquistata dalla descrizione del suo parto avvenuto in casa, appunto. Non capivo come potessero essere delle esperienze così diverse… in fondo sempre di parto si parlava, ma ricordo che ne rimasi assolutamente affascinata. D’altronde il mio parto con Gabriele, in ospedale, non era andato male, anzi. Ne ho comunque un buon ricordo: le ostetriche così come i dottori, la velocità della fase espulsiva, ho pure ricevuto i complimenti dallo staff medico che diceva che non […]

Cose che non succedono mai

Era una sera di metà novembre. Guardai l’orologio che avevo al polso, erano le dieci e trenta in punto. Soffiava una brezzolina leggera, di quelle che quando metti il naso fuori dalla porta di casa ti fanno rimpiangere di non aver messo qualcosa di più pesante. Poi ti stringi nella giacca, avvolgi bene la sciarpa intorno al collo e ti concentri sulla luce dei lampioni, cercando di convincerti che siano i raggi del sole, perfetti per riscaldarti le ossa. C’erano pochi passanti per la strada, perlopiù pochi gruppetti di ragazzi già un po’ allegri, forse non ancora per effetto dell’alcol, e qualche coppia di innamorati che si sussurravano all’orecchio chissà […]

Non posso piu’s aspettare

Autunno 1988: abbiamo venduto la nostra casa di Palermo e ci apprestiamo ad affrontare il nostro primo inverno a San Martino delle Scale, nella casa dove passiamo tutte le nostre estati da molto tempo prima che nascessi. Diciamoci la verità, è una casa per l’estate e non è pronta ad ospitarci anche nei mesi freddi. Mio padre però la pensa diversamente ed è tutto concentrato a raccogliere legna per rendere il camino efficiente. Così tanto efficiente, che ormai abbiamo tutti i vestiti che profumano solo di legna bruciata. L’anno scorso eravamo riusciti ad evitare questa esperienza: mia madre era troppo giù, per via della vendita della nostra amatissima casa di […]

Vivere a Parigi : un sogno che si realizza

Salve a tutti, mi chiamo Anna Tubiolo, sono una studentessa di lingue all’Università di Palermo. Oggi ho deciso di condividere con voi un momento della mia vita molto bello e indimenticabile : la mia esperienza di studente Erasmus a Parigi. In realtà, questa storia ha inizio molto tempo fa, esattamente quando avevo solo 10 anni. Fu a quell’età che nacque in me l’amore per la lingua francese, per quei suoni a me estranei ma affascinanti, per quel modo di porsi verso l’altro così diverso da quello che contraddistingue noi italiani, per quella musicalità che a mio avviso, caratterizza una lingua così elegante e sinuosa. Fu ad un matrimonio che sentii […]

La Strega DueFulmini

Ci sono storie che non si possono raccontare perché non si trovano le parole, o non ci sono. Questa me l’ha raccontata un bambino, N., mentre faceva il disegno che vedete. Avevamo letto insieme “Hansel e Gretel”, e forse N. ha trovato uno spunto per dire qualcosa di sé, della sua difficile vita. N. ha sei anni. “C’era una volta una strega che aveva preso la forma di due fulmini, così poteva colpire meglio. E c’era un bambino abbandonato su un prato, con la sua palla. Il bambino era tutto blu come la palla, perché la strega aveva fatto sparire i colori e le cose potevano essere solo blu o […]

Il posto per un bambino buono

Il Signor Z. è rimasto da solo: la moglie è morta tre anni fa. In treno, mi racconta: “Mia moglie era una donna straordinaria. Non aveva bisogno di niente. Le sue bambole ben ordinate sul divano del salotto, le riviste, la musica, i bambini e io eravamo tutta la sua vita. Poi si è ammalata, e mi ha fatto promettere solo una cosa: che mi sarei preso cura di sua madre. Mi ha chiesto di seppellirla con tutti gli onori. Ed io lo farò: perché anche l’occhio vuole la sua parte. Avrà un bel funerale, già è tutto pronto, ma più di questo non posso fare, mica posso farla dormire […]

canto dal mediterraneo

CANTO DAL SUD EST Come rosa accarezzata dal sole espandi il profumo delle tue bellezze su pietre testimoni di storia, il tempo rimuove ansie di riscatto ora che i tuoi petali rifulgono come luci accese negli angoli del mondo. Tutto è un mosaico al tramonto che odora di fatiche, nel cielo si riflettono luci di chiese barocche, rintocchi di campane dischiudono l’anima al riposo della sera. Ed è un sussurro di foglie il vento che accompagna la brezza marina, i porti àncora di speranze mai perdute; segreti di secoli nascondono i fiumi piegati ai desideri di uomini in cerca di conquiste. Sogni di libertà represse evoca il mare, anni di […]